venerdì 1 febbraio 2008

Neon Genesis Evangelion

NEON GENESIS EVANGELION
新世紀エヴァンゲリオン (Shin Seiki Evangelion)


Immagine



Produzione: Studio GAINAX
Regista: HIDEAKI ANNO
Character Design: YOSHIYUKI SADAMOTO
Mecha Design: YAMASHITA IKUTO

Anno 2000
Un cataclisma di proporzioni bibliche, nel quale più della metà della popolazione mondiale perde la vita, si abbatte sulla Terra. È il "Second Impact". Le cronache ufficiali riportano come causa il violento impatto di un gigantesco meteorite sulle calotte polari antartiche, che escono dallo scontro quasi completamente disciolte.
L'umanità sfiora l'apocalisse...

Anno 2015
La futuristica città di Neo Tokyo-3 è ormai alle ultime fasi della sua costruzione. Improvvisamente però, misteriose e gigantesche creature denominate "Angeli" fanno la loro comparsa. Sconosciuta la loro natura, sconosciuta la loro provenienza, sconosciuti i loro scopi. Le armi convenzionali si rivelano ben presto inutili, le forze armate delle nazioni unite sono in ginocchio. La situazione è disperata, l'avanzata degli Angeli sembra inarrestabile ma qualcuno sapeva. Sotto la città di Tokyo-3 ha sede un gigantesco Geo-Front (area colonizzata del sottosuolo), che ospita l'ultima speranza del genere umano: il quartier generale dell'agenzia segreta Nerv. Questa organizzazione paramilitare, avvolta da un fitto alone di mistero, era ben preparata alla venuta degli Angeli: proprio a questo scopo, infatti, ha portato avanti lo sviluppo dell'arma finale, LA MACCHINA DA COMBATTIMENTO UMANOIDE MULTI-FUNZIONE EVANGELION, un colossale robot antropomorfo dalle spaventose capacità offensive.
Ma cosa sono in realtà gli Eva e cosa gli Angeli? Che legame intercorre tra queste misteriose creature? Quali inconfessabili verità si nascondono dietro l'agenzia Nerv? Come facevano i suoi dirigenti a sapere della venuta degli Angeli?

Lista episodi:
-->Episodio 01: L'attacco dell'angelo - ANGEL ATTACK
Corre l'anno 2015. Shinji Ikari è appena arrivato a Neo Tokio3 ma ad accoglierlo c'è solo la desolazione. Infatti la città è in stato di allarme a causa dell'attacco del 3°angelo: Sachiel. Non c'è nessuno ad aspettarlo alla stazione e quindi Shinji decide di incamminarsi alla ricerca del rifugio più vicino ma scoppia una forte esplosione e alzando lo sguardo vede gli aerei delle nazioni unite impegnate ad attaccare l'angelo senza alcun risultato. In quel momento arriva Misato che lo preleva per accompagnarlo alla Nerv. Intanto le Nazioni Unite decidono di utilizzare una mina N^2 nel tentativo di arrestare l'avanzata del mostro che riporta dei danni e si ferma per rigenerare le parti danneggiate. A causa dello spostamento d'aria l'auto di Misato si ribalta, ma dopo averla sistemata, lei e Shinji procedono fino alla Nerv. Nel frattempo alla Nerv Gendo Ikari, padre di Shinji, riceve i pieni poteri dalle Nazioni Unite e decide di utilizzare l'EVA 01 per contrastare l'angelo. Allora il suo secondo, Kozo Fuyutsuki, gli fa notare che non hanno nessun pilota in quanto Rey Ayanami è rimasta ferita durante l'esperimento di attivazione dell'EVA 00. Gendo risponde che un pilota di riserva stava arrivando. Shinji viene portato da Misato e dalla dottoressa Ritsuko Akagi davanti all'EVA 01 dove c'è Gendo ad aspettarlo. Quest'ultimo gli ordina di salire sull'EVA e di combattere l'angelo ma il ragazzo si rifiuta. Gendo allora, ordina che Rei venga svegliata e preparata per combattere. Shinji vede la ragazza gravemente ferita e ad un tratto una forte esplosione fa staccare dei lampadari dal soffitto che avrebbero finito con l'uccidere Shinji se l'EVA 01 non avesse rotto da solo gli ancoraggi per proteggerlo. Allora il ragazzo decide di combattere e sale a bordo e, nello stupore di tutti, pur senza aver mai effettuato dei test il suo livello di sincronia è molto alto. L'EVA viene lanciato in superficie e Shinji si trova faccia a faccia con Sachiel.
-->Episodio 02: Soffitti sconosciuti - THE BEAST
Shinji riesce a fare un passo con l'EVA ma subito dopo casca senza riuscire ad alzarsi. Allora l'Angelo gli si avvicina e lo attacca procurando gravi danni allo 01. Misato ordina di sospendere l'operazione ma l'EVA rifiuta il segnale. L'unità lancia un urlo e va in modalità Berserk, cioè si autocontrolla, rigenera il proprio braccio precedentemente spezzato dall'angelo e gli si scaglia contro. Sachiel prova a difendersi generando un AT field che viene subito annullato da un AT field opposto creato dell'EVA che per vendicarsi gli spezza tutte e due le braccia. Allora l'Angelo, non avendo altra scelta, salta sulla testa dello 01 e si autodistrugge, danneggiando l'EVA. Intanto Shinji si riprende e vede riflesso in un palazzo con i vetri a specchio la testa dello 01 e assiste alla rigenerazione dell'occhio. Subito dopo il ragazzo urla di paura in quanto si accorge che quell'occhio stava fissando proprio lui. Il Third Children si risveglia il giorno dopo in ospedale. Nonostante lo 01 abbia sconfitto l'Angelo Gendo viene rimproverato dai rappresentanti della Seele per aver dato in mano a suo figlio l'EVA e gli ricordano che la sua vero compito è quello di portare a termine il progetto sul perfezionamento dell'uomo. Misato va a prendere Shinji in ospedale e incontrano Gendo che, invece, stava andando da Rei, anche lei ricoverata. Misato, appena sa che Shinji dovrà andare a vivere da solo decide di ospitarlo a casa sua. La sera stessa il ragazzo va ad abitare insieme alla donna e al suo coinquilino, un pinguino mutante di nome Pen Pen.
-->Episodio 03: Un telefono che non squilla - A transfer
Ormai Shinji è in grado di manovrare perfettamente l'EVA 01, ma Misato è preoccupata perché, pur andando a scuola da due settimane, il ragazzo ancora non ha fatto amicizia con nessuno. Intanto a scuola Toji Suzuhara è assente da due settimane e la capoclasse chiede informazioni al suo migliore amico, Kensuke Aida (appassionato di tutto ciò che riguarda il campo militare). Ma è lo stesso Toji che risponde alla domanda dicendo che la sua sorellina è rimasta ferita nello scontro tra l'angelo e lo 01 e adesso è ricoverata in ospedale. Tutti trattano Shinji come un eroe tranne Toji, che gli da un pugno all'uscita di scuola. Questo perché Suzuhara ritiene responsabile il pilota dell'EVA per ciò che è successo a sua sorella. Shinji allora dice che non combatte per suo volere; Toji gli da un altro pugno e se ne va insieme a Kensuke. In quel momento arriva Rei che dice a Shinji di tornare alla base: è arrivato il quarto angelo, Shamshell. L'allarme suona e tutti i civili si recano nei rifugi, tranne Toji che convince Kensuke ad assistere alla battaglia. Intanto Shinji viene mandato fuori con lo 01 equipaggiato con il Pallet Gun, già usato nelle esercitazioni, ma questo non ha alcun effetto sull'angelo. Quest'ultimo passa all'attacco e con le sue fruste energetiche distrugge il fucile dell'EVA e lo scaraventa a terra. Lo 01, cadendo, sfiora Toji e Kensuke che spaventatissimi assistono allo spettacolo. Shinji non può combattere a causa della loro presenza, allora Misato gli ordina di far salire a bordo dell'Entry Plug i due ragazzi e di ritirarsi, in quanto l'Angelo aveva reciso l'Umbelical Cable con le sue fruste energetiche. Shinji rifiuta l'ordine e, con in mano il Prog Knife, si scaglia contro il nucleo dell'Angelo distruggendolo a pochi secondi dalla fine dell'autonomia dell'EVA.
-->Episodio 04: Fuga sotto la pioggia - Hedgehog's Dilemma
Shinji, non avendo rispettato l'ordine di Misato, viene sgridato, questo più la sua voglia di non pilotare L'EVA fa "traboccare il vaso" e il ragazzo decide di scappare. Dopo una notte di vagabondaggio nei campi incontra Kensuke che campeggiava in uno di questi. La mattina seguente Shinji viene trovato dagli uomini della Nerv per ricondurlo alla base, dove Misato gli dice che non è obbligato a pilotare l'EVA e che era libero di andarsene. Allora Shinji decide di andarsene; il padre, ricevuta la notizia, dice solo: "Riconfigurare i sistemi dello 01 per Rei". A Shinji non gli viene concesso neanche di salutare Misato, e viene condotto alla stazione dove un convoglio speciale lo aspetta. Alla stazione Shinji incontra Kensuke e Toji. Quest'ultimo gli dice che è dispiaciuto di averlo picchiato e che vuole che lui gli restituisca i pugni. Shinji non vuole ma alla fine gli dà un pugno in pieno volto. Il treno arriva ma Shinji, ripensando alle parole di Misato ("Fatti forza"), non lo prende e lo lascia scorrere via. Dall'altra parte della banchina della stazione vede Misato che voleva salutarlo prima della sua partenza e lui gli dice: "Eccomi a casa".
-->Episodio 05: Rei, al di là del suo cuore - Rei I
Durante lo studio dei resti del quarto Angelo si scopre che il DNA umano e quello degli Angeli hanno una disposizione simile all' 99,89 %, anche se gli elementi che li compongono sono diversi. Shinji vede il padre senza guanti e si accorge che ha i palmi delle mani ustionate e Ritsuko gli racconta che durante l'esperimento d'attivazione fallito dello 00, Gendo, per salvare Rei, si è provocato quelle bruciature. Il ragazzo rimane sconcertato in quanto il padre è sempre stato distaccato da tutti, ma con Rei si mostra sempre premuroso. Inoltre, quel giorno, era previsto un nuovo esperimento di attivazione dello 00. Shinji viene inviato a casa di Rei per consegnarle il tesserino nuovo ma quando bussa alla porta non gli risponde nessuno. Decide comunque di entrare, visto che la porta è aperta. Il ragazzo nota un paio di occhiali rotti sul comodino e li indossa, in quel momento arriva Rei, appena uscita dalla doccia, che si dirige verso di lui per togliergli (erano gli occhiali che Gendo indossava quando ha salvato Rei il giorno dell'esperimento d'attivazione dello 00). Shinji perde l'equilibrio e cade su di Rei nuda, ma la ragazza, senza dir nulla si rialza, si veste e va alla base seguita da Shinji. Lui le chiede come poteva avere ancora fiducia nel lavoro di Gendo e lei gli tira uno schiaffone. L'attivazione dello 00 riesce senza problemi. Intanto viene segnalata la presenza del quinto Angelo, Ramiel, e Gendo gli invia incontro lo 01 che, appena uscito in superficie, viene colpito da un potente fascio di particelle.
-->Episodio 06: Battaglia decisiva a Neo Tokyo-3 - Rei II
Lo 01, gravemente danneggiato, viene mandato a riparare e Shinji in infermeria. Intanto l'Angelo si posiziona sulla verticale del Geo Front e, con uno Shield inizia a perforare le lastre blindate che proteggono la base. L'Angelo, essendo dotato di un potente AT field e di un cannone a particelle appare inattaccabile. Allora Misato decide di utilizzare il Fucile a Positroni, che per perforare l'AT field del nemico, deve essere alimentato con l'energia prodotta da tutte le centrali elettriche del Giappone. Per questo viene annunciato un black-out totale. Shinji viene avvertito dell'operazione, mentre si trova in ospedale, da Rei. Durante l'attesa dell'inizio dell'operazione Yashima, Shinji chiede a Rei per quale motivo piloti L'EVA e la ragazza risponde semplicemente: "...perché è il mio legame". Al momento di partire i due piloti si salutano e Rei freddamente sussurra: "Arrivederci". A mezzanotte esatta Shinji spara, e contemporaneamente l'Angelo risponde al fuoco. I due raggi, incrociandosi, si deviano reciprocamente mancando entrambi gli obbiettivi. Ma l'Angelo è più veloce a ricaricare e spara verso lo 01. Rei con lo 00 fa da scudo e permette a Shinji di ricaricare il fucile e sparare abbattendo il nemico. Lo 00 rimane gravemente danneggiato e Shinji si precipita ad aprire l'Entry Plug di Rei (rischiando di ustionarsi i palmi delle mani come il padre), e vedendola ancora in vita, scoppia a piangere. Rei, imbarazzata, ammette di non sapere come comportarsi e Shinji le suggerisce semplicemente di sorridere.
-->Episodio 07: Un'opera dell'uomo - A HUMAN WORK
E' il giorno in cui i genitori devono andare alla scuola dei propri figli per parlare del loro orientamento scolastico. Misato si offre di accompagnare Shinji, visto che Gendo non ha la minima intenzione di andarci. Intanto una ditta concorrente della Nerv sta per presentare un robot pilotato dall'esterno e alimentato da un reattore nucleare, il Jet Alone. Il governo sarebbe molto felice di sostituire i costosi e instabili EVA ma, durante la presentazione, a cui assistono anche Misato e Ritsuko, qualcosa va storto e il robot, incontrollato, si avvia verso la città di Neo Tokyo 2 e, a causa del surriscaldamento del reattore, rischia di esplodere. Misato, con l'aiuto dello 01, riesce a salire a bordo del Jet Alone per disattivarlo dall'interno, ma il codice segreto ("SPERANZA") non funziona. Quando ormai sembra tutto perduto il robot si ferma da solo e allora Misato capisce che il problema è stato causato da un sabotaggio della Nerv.
-->Episodio 08: L'arrivo di Asuka in Giappone - ASUKA STRIKES!
Misato,Shinji, Toji e Kensuke si recano su di una vecchia portaerei scortata da una flotta delle Nazioni Unite. Questa trasporta l'EVA 02 in Giappone insieme al suo pilota, Asuka Soryu Langley, una ragazza dal carattere davvero impossibile. Inoltre, sulla nave, si trova anche Ryoji Kaji, ex fidanzato di MIsato, incaricato di consegnare a Gendo una valigetta contenente l'embrione di Adam immerso nella bachilite speciale. Durante il viaggio, la nave viene attaccata dal sesto Angelo, Gaghiel. Asuka deicide di affrontarlo con lo 02 e Shinji, obbligato a seguirla, indossa il Plug Suit di riserva della ragazza e sale a bordo con lei. Mentre Kaji si precipita a bordo di un jet a consegnare il suo prezioso carico a Gendo, si assiste al primo combattimento subacqueo di un EVA. Inizialmente lo 02 sembra in difficoltà, ma l'Angelo viene infine sconfitto facendo inabissare due incrociatori e facendoglieli entrare nella bocca tenuta spalancata dall'EVA grazie all'elevato tasso di sincronia raggiunto contemporaneamente dai due piloti.
-->Episodio 09: L'istante, i pensieri, l'armonia - Both of You, Dance Like You Want to Win!
Inizia l'attacco da parte del settimo Angelo, Israfel. Gli EVA 01 e 02 vengono inviati a fermarlo, ma dopo un attacco di Asuka, l'Angelo si divide in 2 parti che si rigenerano rapidamente. Gli EVA vengono così rapidamente sconfitti. Per fermare l'avanzata dell'Angelo le Nazioni Unite lo colpiscono con una mine N^2. Guadagnata una settimana di tempo, necessaria all'Angelo per rigenerarsi, alla Nerv si studia una strategia per sconfiggerlo. Shinji e Asuka devono attaccare le due parti dell'angelo nello stesso punto e nello stesso istante. Per farli sincronizzare, i due ragazzi sono costretti ad abitare insieme (a casa di Misato) e a sottoporsi ad allenamenti a ritmo di musica. Dopo un avvio burrascoso i due giovani imparano a sincronizzarsi, sfruttando anche l'occasione per conoscersi meglio. Alla fine i due piloti riescono a sconfiggere l'Angelo grazie ad un attacco in perfetta sincronia.
-->Episodio 10: Immersione nel magma - MAGMADIVER
In un vulcano viene rilevata la presenza dell'ottavo Angelo, Sandalphon, ancora allo stato di crisalide. Gendo decide di inviare l'EVA 02, l'unico ad essere dotato dell'equipaggiamento adatto (quello D), per tentare di recuperare l'Angelo. Ma Asuka, vedendo lo 02 dentro una speciale quanto ridicola tuta resistente alla lava, vorrebbe rifiutarsi, ma cambia immediatamente idea quando Rei si propone di pilotare al suo posto l'EVA. Lo 02 viene calato nel vulcano, ma qualcosa va storto e l'Angelo si risveglia. A quel punto, l'operazione di recupero fallisce e l'obiettivo è ora la distruzione dell'Angelo. Grazie alle lezioni di fisica studiate in quei giorni sulla dilatazione termica, Asuka abbatte Sandalphon sacrificando lei e la sua unità. Shinji, tuttavia, si tuffa con lo 01 e recupera l'Eva e la ragazza, che lo ringrazia dicendo: "...stupido, Shinji".
-->Episodio 11: Nell'oscurità immobile - The Day Tokyo-3 Stood Still
Misato si trova con Ryoji in ascensore quando all'improvviso un black out blocca tutto. Ritsuko commenta stupita che è impossibile che tutti i generatori di emergenza si siano guastati contemporaneamente. Nel frattempo Shinji, Rei e Asuka cercano una via secondaria per rientrare alla Nerv, visto che erano rimasti chiusi fuori. Le Nazioni Unite avvistano il nono Angelo, Matarael, e mandano le loro truppe ad avvertire la popolazione da un aereo dotato di megafono. In questo modo anche gli operatori della Nerv sentono l'avviso e, in mancanza di energia elettrica, calano manualmente le Entry Plug all'interno degli EVA in attesa dei tre piloti, che arrivano poco dopo. I tre EVA, alimentati dalle batterie di riserva, raggiungono l'Angelo e grazie ad un'azione ideata da Asuka riescono a sconfiggerlo. Il pilota dello 02 riesce, inoltre, a pagare il proprio debito con Shinji che l'aveva salvata dalla lava.
-->Episodio 12: Il valore di un miracolo... - She said, "Don't make others suffer for your personal hatred".
L'episodio si apre con uno spettacolare flashback del Second Impact visto attraverso gli occhi di Misato. Tornando al presente, Misato viene promossa di grado per il buon lavoro svolto e Kensuke, unico che se ne accorge, organizza un party per festeggiare l'avvenimento Il giorno seguente il comandante Ikari e il suo vice si trovano su di una nave nell'Antartide alla ricerca della Lancia di Longinus e quindi il comando è nelle mani di Misato. Viene poi avvistato il decimo Angelo, Sahaquiel, che si trova in orbita e usa parti del suo stesso corpo per attaccare la Nerv. Misato decide di tentare un attacco disperato utilizzando simultaneamente i tre EVA. La città viene così fatta evacuare, in quanto il piano consiste nel fermare la caduta dell'Angelo, che si stava scagliando sulla Nerv con tutto il suo corpo, solo con la forza degli AT field degli EVA. Il miracolo riesce grazie alla tempestività di Shinji, che per questo riceverà anche delle parole di commiato da suo padre. La puntata si conclude con i tre ragazzi davanti alla bancarella del ramen, preferito alla bistecca, promessa in premio da Misato, sia perché Rei è vegetariana sia perché Misato non ha una lira (o dovrei dire uno Yen?).
-->Episodio 13: L'invasione dell'Angelo - LILLIPUTIAN HITCHER
Ritsuko chiede ai tre piloti di provare a fare un test di sincronia nudi, cioè senza l'interfaccia del Plag Suit, ma solo con i connettori neurali. Subito dopo l'inizio dell'esperimento qualcosa non và e viene segnalata la presenza dell'undicesimo angelo, Ireul, che è una specie di virus informatico introdottosi all'interno di uno dei tre computer Magi. Immediatamente scatta l'allarme, ma l'Angelo riesce in poco tempo a conquistare due dei tre Supercomputer avviando la procedura di autodistruzione del Quartier Generale della Nerv. Ritsuko, allora, studia una controffensiva: decide di promuovere il virus e di spingerlo all'autodistruzione quale ultima forma della sua evoluzione. Inizia così una gara contro il tempo tra la scienziata, intenta a riprogrammare Casper, e l'Angelo, intento a invaderlo. Alla fine sarà la donna ad avere la meglio riportando al situazione alla normalità eliminando definitivamente il virus. L'episodio si chiude con Ritsuko che racconta a Misato la verità sui Magi e su sua madre, donna da lei odiata e ammirata allo stesso tempo.
-->Episodio 14: Seele, il trono dell'anima - WEAVING A STORY
L'episodio si apre con Gendo che, durante la proiezione di un rapporto, commenta ai capi della Seele gli avvenimenti accaduti dall'arrivo del terzo Angelo fino a quel momento, censurando però gli ultimi sviluppi relativi all'Angelo introdottosi all'interno della Nerv, Isuel. I "vecchi" iniziano, però, a sospettare dell'operato di Gendo ed è lo stesso uomo a riferirlo mentre discute con Kozo all'interno del Quartier Generale. Nella seconda parte dell'episodio, si assiste ad un altro test di sincronia dove, però, Ritsuko prova la sincronia di Rei con lo 01 e di Shinji con lo 00. Mentre lo 01 sembra accettare bene la presenza di Rei al suo interno, lo 00 rifiuta Shinji e impazzisce agitandosi e distruggendo ogni cosa. Intanto lo 00 è stato dipinto di blu e bianco, mentre prima era arancione.
-->Episodio 15: Bugie e silenzi - Those women longed for the touch of other's lips, and thus invited their kisses
Shinji è pensieroso. Oggi ricorre l'anniversario della morte della madre, Yui Ikari, e si deve recarsi col padre presso la tomba della defunta. Questo è la prima vera uscita dei due Ikari e questo agita il giovane pilota, in quanto è anche la prima occasione che i due hanno per parlare da padre e figlio. Intanto Misato, insieme a Ritsuko e Ryoji, è invitata al matrimonio di una sua compagna di scuola, mentre Hikari riesce a convincere Asuka ad uscire con un amico di sua sorella minore. Shinji è il primo a rientrare a casa e dopo poco ecco Asuka spuntare alla porta, rimanendo positivamente stupita della bravura di Shinji nel suonare il violoncello. Si assiste così ai primi complimenti di Asuka per il nostro eroe. A tarda sera Misato telefona scusandosi con i ragazzi e dicendo di non aspettarla perché sarebbe rimasta fuori con Kaji. Inizia qui un parallelo tra la coppia Misato-Kaji e Asuka-Shinji. Il Second Children gelosa della relazione della sua tutrice con l'amato Ryoji convince Shinji a baciarla. Un po' per sfida e un po' per curiosità il giovane accetta e così si assiste ad una scena che nulla ha di romantico, conclusasi con la fuga di Asuka nel bagno che sciacquandosi la bocca grida "Ecco lo sapevo che non erano cose da fare per passare il tempo!". La sena si sposta poi su Kaji che riaccompagna a casa una Misato ubriaca, che, in preda ai vapori dell'alcool, confessa all'uomo i suoi sentimenti per lui rivelando anche le sue paure e le sue angosce. Solo un bacio dell'amato riesce a zittirla e tranquillizzarla. Il giorno dopo Ryoji, seguito da Misato, si reca nel Terminal Dogma e lì i due scoprono un Angelo che loro scambiano per Adam (in realtà è Lilim - è Kaworu nel 24° episodio a svelarlo), un enorme essere bianco senza gambe, crocifisso e con la Lancia Longinus conficcata nel petto. Inoltre, al di sotto di questo, si trova un mare di LCL prodotto proprio dall'Angelo.
-->Episodio 16: Malattia mortale, e poi... - Splitting of the Breast
Durante una serie di test di sincronia Shinji risulta il migliore fra i piloti e viene lodato da Misato che fiera gi dice "You are number one!" Quando appare Leliel, il dodicesimo Angelo, Shinji, sfidato da Asuka e forte delle parole ricevute da Misato, disubbidisce agli ordini di quest'ultima e si scaglia contro l'Angelo a forma di sfera. L'EVA però viene inghiottito dall'ombra dell'Angelo in un'altra dimensione, il Mare di Dyrac. Il maggiore Katsuragi ordina così agli altri due piloti di rientrare alla base; una volta usciti dagli EVA, Rei rimprovera Asuka della sua durezza nei confronti di Shinji lasciando trasparire preoccupazione per il giovane. Il tempo passa e le funzioni di mantenimento vitale del pilota stanno per esaurirsi. Shinji inizia così un viaggio onirico dentro sé stesso, che lo posta a parlare con un altro Shinji più giovane di lui che gli rinfaccia le sue debolezze e, in particolare, il suo desiderio di fuggire dalle cose tristi. Nel frattempo Ritzuko ha elaborato un piano per il recupero dell'unità 01, attraverso un bombardamento simultaneo dell'Angelo con tutte le 994 bombe N^2 disponibili. L'operazione risulta subito rischiosa agli occhi di Misato che con stupore non può far altro che accettare la decisione dell'amica: l'operazione prevede il recupero dell'EVA e, in secondo ordine, del pilota. Infine l'EVA 01 esaurisce completamente le batterie lasciando morire Shinji, in un LCL che puzza di sangue. Ma quando tutto sembra perduto Shinji ha una visione della madre e l'EVA si attiva da solo andando in Berserk. Al momento del bombardamento si assiste ad una delle scene più forti dell'anime: l'EVA distrugge dall'interno l'Angelo uscendo dal suo corpo e scendendo a terra ringhiando come una belva sotto una pioggia incessante di sangue. Tra lo stupore e la paura di tutti significanti sono le parole di Asuka ("...Ma sono anch'io su uno di quelli?") e quelle di Ritzuko ("cosa abbiamo osato creare..."). L'episodio si chiude con Misato che abbraccia Shinji ancora intontito all'interno del suo Entry Plug con Asuka alle spalle che rimprovera la sua tutrice della troppa leggerezza nei confronti del giovane.
-->Episodio 17: Il quarto soggetto qualificato - FOURTH CHILDREN
La sezione che si stava occupando della realizzazione dell'EVA 04 sparisce nel nulla in seguito ad una spaventosa esplosione, e allora si decide di portare lo 03 alla base centrale della Nerv, ma manca ancora il pilota. Shinji all'oscuro di tutto viene informato degli avvenimenti da Aida. Intanto a scuola manca da qualche giorno Rei e quindi la capo classe chiedendo a Toji di portarle i compiti arretrati vorrebbe uscire con lui, ma il giovane invita Shinji ad accompagnarlo. Al loro arrivo non trovano nessuno e Shinji decide di fare un po' di pulizia nella stanza di Ayanami. Subito dopo Rei arriva e, evidentemente, li ringrazia, stupendosi lei stessa di averlo fatto. Il giorno dopo, Toji viene convocato in presidenza dove trova Ritsuko che gli deve parlare.
-->Episodio 18: Selezione di vita - AMBIVALENCE
Arrivato in Giappone dagli Usa l'unità 03, i ragazzi della Nerv sono pronti per il test di collaudo a Matsushiro. Tutto sembra procedere normalmente quando Ritsuko nota degli strani valori provenienti dallo 03, da l'ordine di fermare tutto ma l'EVA si libera dei fermi emettendo un notevole ruggito e generando un enorme esplosione che distrugge la base di Matsushiro. Vengono subito mobilitati gli Eva 00, 01 e 02 con l'ordine di abbattere lo 03 ora identificato come tredicesimo Angelo. Asuka e Rei vengono sconfitte in poco tempo dall'Eva/Angelo che si appresta a combattere con lo 01. A Shinji viene ordinato di reagire ma il ragazzo si rifiuta di combattere perché teme che a bordo ci sia un altro ragazzo (Shinji è l'unico che non ha ancora capito che il pilota è Toji) e si limita a subire passivamente gli attacchi dell'Angelo. Dopo aver cercato inutilmente di convincere Shinji a combattere Gendo si adira e ordine di staccare tutti i collegamenti tra Shinji e l'EVA e di attivare il "Dummy Sistem". All'interno dell'Entry Plug viene caricato il programma e lo 01 si muove da solo senza che sia Shinji a controllarlo. L'EVA, rivelando una indole terribilmente spietata e aggressiva, massacra lo 03: gli schiaccia la testa, gli strappa un braccio e poi vari organi interni. Scavando poi nel suo torace trova l'Entry Plug che estratto lo schiaccia per poi fermarsi fra le urla di disperazione di Shinji. All'interno dello 01 il pilota, angosciato per quello che ha fatto, apprende dalle squadre di recupero che il pilota dello 03 è ancora vivo: il ragazzo sembra riprendersi ma la gioia dura poco perché osservando il ragazzo e ascoltando le parole di Misato, miracolosamente sopravvissuta alla esplosione, si rende conto che si tratta del suo amico Toji. La puntata si chiude sull'inquadratura dell'occhi del giovane che chiude la pupilla, urlando dalla disperazione.
-->Episodio 19: Battaglia da uomo - INTROJECTION
Shinji in preda alla disperazione si rifiuta di uscire dallo 01 e minaccia di distruggere il Geo Front. Gendo spazientito dal comportamento del figlio ordina di aumentare la concentrazione dell'LCL facendo svenire Shinji. Toji, nel suo letto dell'ospedale, apre per un attimo gli occhi e si accorge che affianco a lui c'é Shinji addormentato. Il pilota dello 01 è infuriato con il padre e decide di non pilotare mai più l'EVA. Prima di partire Miato parla col giovane ma le sue parole non riescono a persuaderlo. Mente il ragazzo attende il treno che lo porterà dal suo vecchio tutore, inizia l'attacco di Zeruel, il quattordicesimo angelo, dotato di una forza straordinaria. Mentre l'Angelo penetra facilmente nel Geo Front, né Rei né il Dammy Plug riescono a fa partire l'unità 01 che sembra voler rifiutare ogni pilota che non suia Shinji. Inizia così lo scontro e Asuka è facilmente sconfitta: la testa del suo EVA, staccata di netto dall'Angelo, cade a pochi passi da Shinji. Anche il tentativo di Rei di autoditruggersi con l'Angelo utilizzando una bomba N^2 fallisce. Intanto Shinji incontra Ryoji che innaffia i cocomeri nel suo orticello. Si assiste ad un dialogo fra i due dove il ragazzo gli chiede perché stia facendo questo in in momento così critico. L'uomo gli risponde semplicemente: "...ognuno deve fare quello che deve fare". A quelle parole Shinji torna di corsa alla base, di fronte al suo EVA, raccolto tutto il suo coraggio, urla al padre:"... papà. Io sono, io sono ... il pilota dell'unità Evangelion 01. Io sono Ikari Shinji". Sale così a bordo e la battaglia ha inizio. Il pilota riesce a portare l'Angelo all'esterno del Geo Front, ma dopo aver perso il braccio sinistro rimane bloccato perché non più alimentato dall'Umbilical Cable. Shinji, disperato e angosciato, inizia a pregare lo 01 di muoversi, e quando tutto ormai sembra perduto l'EVA si attiva andando in Berserk e permettendo al ragazzo di raggiungere un tasso di sincronia del 400%. L'unità 01 dopo aver strappato un braccio all'Angelo e averlo usato per rigenerare il proprio, inizia a divorare il nemico, ormai in fin di vita, assorbendo di propria iniziativa gli organi S^2. Infine, tra lo sgomento e la paura di tutti i presenti, si alza in piedi e distruggendo la corazza costrittiva, che ne limitava i poteri, urlare come una belva impazzita. L'episodio si chiude con Gendo e Kozo che parlano e, dopo aver annunciato il "risveglio" dell'EVA 01, iniziano a preoccuparsi dei futuri avvenimenti e, in particolare, della sicura reazione dei vecchi della Seele agli avvenimenti appena accaduti.
-->Episodio 20: Forma dell'animo, forma dell'uomo - WEAVING A STORY 2: oral stage
L'episodio si apre con una riunione della Seele, preoccupata per le eventuali conseguenze dell'assimilazione dell'elemento S^2 da parete dell'EVA 01. Intanto alla Nerv sono innumerevoli i tentativi per salvare Shinji: il corpo del ragazzo si è liquefatto e l'LCL all'interno dell'Entry Plug è divenuto una sorta di mare primordiale. Gli operatori inseriscono il Plug Suit di Shinji nell'Entry Plug (il ragazzo aveva guidato l'EVA coi vestiti civili), cercando di recuperarlo, catturandolo al suo interno, ma ogni tentativo pare inutile. I giorni passano. Shinji nel frattempo non rendendosi conto di quello che gli accaduto crede di sognare. Rivede la sua vita, la sua solitudine, il suo odio verso il padre, e si convince che se tutti lo lodano è perché pilota l'EVA 01. Per lui non esiste altro. Vede davanti a sé le figure di Misato, Asuka e Rei, nude, che gli chiedono di fondere la sua anima con loro. Il tempo passa e oramai sono trascorsi 30 giorni. La scena si sposta su Maya che si complimenta con Ritsuko, la quale in poco meno di un mese è riuscita ad elaborare un modo per salvare Shinji. La donna però afferma che ha solo usato progetti già realizzati da sua madre, quando un simile incidente era avvenuto, dove avevano tuttavia fallito. Quella volta gli operatori della Nerv non erano riusciti a salvare la persona (la madre di Shinji) che era stata assorbita nell'unità 01. Era accaduto prima che lei entrasse nella Nerv. Inizia così l'ultimo tentativo di salvataggio: all'inizio pare vada tutto per il meglio, ma all'improvviso il valore termico dell'LCL sale a livelli assurdi. L'EVA rigetta il tentativo della Nerv e per Shinji pare non ci sia speranza. Nel frattempo il Third Children rivede i suoi genitori, prima che lui nascesse. Sente il padre, che si preoccupava per quel bambino che doveva nascere dopo il Second Impact. Sente il padre dire che, se avessero avuto un maschio l'avrebbero chiamato Shinji, Rei nel caso fosse stata una femmina. Contemporaneamente il sistema di controllo collassa e lo 01 rigetta l'Entry Plug liberando l'LCL. Misato urla, perché tutto quello che resta di Shinji si trova nel liquido che ora si sta disperdendo. Corre davanti all'EVA, e prende in mano tra le lacrime il Plug Suit di Shinji. E' così che si accorge che il ragazzo nudo, è steso senza coscienza sul pavimento. Shinji è salvo. La puntata si conclude con una inquadratura fissa su uno specchi, mentre Misato e Kaji fanno l'amore.
-->Episodio 21: Nerv, la nascita - He was aware that he was still a child
Fuyutsuki, rapito dalla Seele, durante l'interrogatorio con Keel Lorenz ricorda il periodo successivo al Second Impact. Rivediamo i momenti in cui aveva conosciuto Yui Ikari e Gendo Rokubungi, e di quando aveva saputo della di lei volontà di sposare quell'uomo, di cui tutti avevano paura. Si scopre poi che inizialmente Gendo aveva sposato Yui esclusivamente per poter entrare alla Seele. Inizia qui un lungo racconto in cui il secondo della Nerv parla di tutti gli avvenimenti legati al Second Impact, il nuovo incontro tra Gendo e Fuyutsuki, il giorno in cui Fuyutsuki conosce Misato, ultima superstite della missione in Antartide. Misato dopo il Second Impact, era stata curata, ma le sue ferite mentali erano difficili da rimarginare, tanto che non parlò per più di due anni. In seguito, ripresasi, la si vede frequentare l'università, dove conosce Ritsuko e Kaji. Il racconto prosegue poi fino al suo ingresso alla Nerv. Inoltre si scopre che il Second Impact non è stato causato da un meteorite, come affermano le notizie ufficiali, ma dagli esperimenti compiuti su un enorme Angelo di pura luce (Adam). Si viene a scoprire dell'incidente di Yui, avvenuto nel 2004 e causato dall'invidia che la madre di Ritsuko, Naoko Akagi, provava per la moglie di Gendo, dato che anch'essa era innamorata di lui. Dopo questi fatti si vede Gendo arrivare alla Nerv con una bambina, e presentarla a tutti come la figlia di un amico, Rei Ayanami. Assistiamo al dialogo tra Naoko e la figlia, dove la donna chiede scusa per non essere stata una buona madre e rivelare che la sua personalità, scissa in tre parti (donna, madre e scienziata), si trova all'interno dei Super Computer Magi. Si assiste poi all'omicidio della piccola Rei da parte della signora Akagi, imbestialita per gli insulti che la piccola le aveva riferito, proferendo le parole udite da Gendo ("La vecchia è seccante, la vecchia non è più utile!"). Si scopre infine che subito dopo questi fatti è stata fondata la Nerv, dove tutti vengono trasferiti tranne la dottoressa Akagi. Qualcuno pensa che la Naoko si sia suicidata dopo aver ucciso la piccola Rei. L'episodio termina con il ritorno di Fuyutsuki alla Nerv. Misato sente un messaggio che Kaji le ha lasciato in segreteria: è stato lui a rapire Fuyutsuki, per ordine della Seele, e dalle sue parole si capisce che l'uomo sa che, ora che si è scoperto, non potrà più vivere. Si scusa con Misato, e dalle sue parole si capisce l'amare che provava per lei, come dalla reazione della donna si intuisce che anche lei gli voleva molto bene. Le lacrime della donna, infine, tradiscono il fatto che lei sa di non poterlo più rivedere.
-->Episodio 22: Almeno essere umano - Don't be.
L'episodio inizia con un flashback sulla madre di Asuka, Kyoko, e su quello che le era successo: la donna era stata messa in prova come pilota dell'EVA 02, ma qualcosa non era funzionato, e la donna era impazzita. In seguito a questo aveva preso con se una bambola, e la curava come se fosse sua figlia. Ritsuko parla con Misato, e le spiega che la Seele sta progettando la creazione delle unità Evangelion fino alla 13, forse perché prospettano un attacco in massa da parte degli Angeli, o forse per qualche altro oscuro motivo. Forse vogliono solo dare manforte alle tre unità giapponesi danneggiate dopo gli ultimi combattimenti. A casa di Misato, quella sera, Asuka riceve una telefonata dalla sua madre adottiva: infatti la mamma di Asuka alla fine si era suicidata e il padre l'aveva abbandonata. Lei era stata così adottata. Alla Nerv si accorgono che la sincronia tra Asuka e il suo EVA sta peggiorando di giorno in giorno: questo perché la ragazza si sente offesa in quanto Shinji è più bravo di lei, è amano da tutti. Nel frattempo un nuovo Angelo, Arael, attacca la Nerv. Viene deciso che questa battaglia sarà il test finale per Asuka: se la giovane non ce la farà lascerà la Nerv. Asuka inizia la battaglia sprezzante come al suo solito, ma questo Arael è diverso dagli altri perché attacca psicologicamente l'avversario. Riesce così ad insinuarsi all'interno della mente della giovane, facendole riaffiorare alla mente tutto quello che di terribile c'era stato nella sua infanzia e che Asuka aveva faticosamente rimosso. Gendo, vedendo l'impotenza del Second Children, ordina a Rei di andare nel Central Dogma e di prendere la lancia di Longineus. Non potevano infatti rischiare di perdere l'EVA 02. Misato spaesata non capendo nulla e si ripromette di indagare sulla vera natura del Second Impact. Rei scende nel dogma ed estrae dal corpo di Adam (in realtà è Lilim - è Kaworu nel 24° episodio a svelarlo) la lancia di Longinus, sale in superficie e riesce a trafiggere l'Angelo. Asuka è salva, ma in condizioni pietose.
-->Episodio 23: Lacrime - Rei III
Asuka ha perso completamente ogni volontà di combattere e ogni motivo che la sosteneva. Nel frattempo alla Seele si discute per cacciare Gendo Ikari dal suo incarico alla Nerv, ma l'attacco di un nuovo Angelo, Armisal, rimanda la discussione. Rei ed Asuka escono all'attacco. L'EVA 01 invece è ancora in stato di fermo. Asuka non riuscendo a muovere lo 02 viene fatta rientrare immediatamente. Rei invece viene attaccata dall'Angelo, che le si presenta come un'altra sé stessa, attaccandola a livello psicologico, cercando di penetrare la sua mente. Gendo decide allora di revocare il fermo dello 01 e di mandarlo fuori in aiuto di Rei. Tuttavia il giovane non fa altro che aggravare la situazione mettendo in pericolo anche sé stesso. Rei, per salvarlo, decide di uccidersi assieme all'Angelo. Invertendo il suo AT Field richiama all'interno dello 00 Armisal e quindi si fa esplodere. Più tardi Shinji, avvisato da Misato, corre da Rei nell'infermeria sentendosi sollevato, poiché la credeva morta. La ringrazia per averlo aiutato, ma Rei dice di non ricordarsene. La si sente poi pronunciare queste parole: "...probabilmente sono la terza". Alla Seele continuano la discussione su Gendo, che non solo ha fatto perdere la lancia di Longineus nello spazio, ma ha anche fatto distruggere l'EVA 00. Mentre interrogano Ritsuko, nuda, in piedi davanti alla commissione, si decide di dare a Gendo un'altra possibilità. Misato, poi, decisa a scoprire i misteri celati dietro la Nerv, puntando una pistola alla schiena di Ritsuko, le intima di spiegarle tutto. Con lei c'è anche Shinji. Ritsuko accetta, e conduce i due in una stanza, simile alla camera di Rei. Ritsuko spiega che lì è nata Rei. Spiega che Rei non è un essere umano, ma è stata creata dagli essere umani, concependola come un contenitore di anime. Ritsuko mostra poi ai due tantissimi cloni di Rei, immersi in un liquido simile all'LCL. Spiega loro che quelli sono contenitori senza anima, pezzi di ricambio per Rei. L'uomo, 15 anni prima aveva trovato il suo Dio (presumibilmente l'Angelo di luce caduto in Antartide - Adam), e cercando di possederlo, era stato punito con la distruzione di questo stesso Dio. Ma, non contento, l'uomo aveva creato delle creature a sua immagine e somiglianza: gli Evangelion. Tuttavia gli EVA erano inizialmente creature senza anima. Ora, però, non lo erano più, accennando all'incidente di Yui. In ogni caso, tra quei fantocci, solo Rei ha una vera anima, essendo le altre tutte bambole prive dell'anima. L'episodi si chiude con Ritsuko che distrugge i cloni di Rei senza rimpianto, chiedendo a Misato di ucciderla.
-->Episodio 24: L'ultimo messaggero sacrificale - The Beginning and the End, or "Knockin' on Heaven’s Door"
L'episodio si apre con un flash in cui Asuka ricorda i giorni in cui era ancora bambina. La giovane, dopo l'ennesima conferma della morte di Kaji, viene ritrovata in una vasca da bagno, in evidente stato di denutrizione. E' quindi portata d'urgenza all'ospedale. La scena si sposta poi sull'interrogatorio di Gendo a Ritsuko, il quale vuole conoscere il motivo che ha spinto la donna a distruggere i cloni di Rei. Shinji è sconvolto. I suoi amici, Toji, Kensuke e gli altri compagni di classe, si sono trasferiti. Vorrebbe parlare con Asuka a proposito di Rei, ma non sa cosa dirle. E' triste. Improvvisamente, camminando lungo la spiaggia, sente una voce maschile fischiare l'Inno alla Gioia di Beethoven: c'è alle sue spalle un giovane seduto sopra ciò che resta di un monumento. Il ragazzo si presenta come Kaworu Nagisa (Nagisa significa spiaggia - n.d.R.), il Fifth Children. Alla Nerv sono già stati informati del suo arrivo per prendere il posto di Asuka: come per Rei, tutti i suoi dati sono stati cancellati o riservati. L'unica informazione disponibile riguarda la data di nascita, che coincide con il giorno del Second Impact. Come da procedura, Kaworu viene sottoposto ad un test di armonizzazione, e tutti restano sbalorditi per la facilità con cui il ragazzo riesce a sincronizzarsi con l'EVA 02, sebbene non fosse ancora stato riconfigurato con il suo schema mentale. Kaworu, poi, incontra Rei, la quale, scioccata, non può far altro che ascoltare ciò che il giovane le dice: "...tu sei proprio come me. Entrambi abbiamo assunto nel corpo vivente su questo astro una forma simile a quella dei Lilim". Il ragazzo incontra poi Shinji, che lo aveva aspettato, e vanno insieme a fare una doccia. Durante il bagno, Kaworu parla con Shinji, come se conoscesse i suoi pensieri più profondi. Ad un tratto il Fifth, alzandosi, prendendo Shinji per mano gli dice di volergli bene. La scena si sposta poi sul dialogo dei membri della Seele che discutono dell'operato di Gendo, incolpandolo di abusare della sua posizione. Nel frattempo Rei è nel suo letto alla ricerca del motivo della sua esistenza. Shinji, contemporaneamente, va a casa di Kaworu, e dorme in camera con lui, mentre Misato è impegnata a dire addio a Pen Pen, che andrà a vivere con Hikari dal giorno successivo. Kaworu è poi a dialogo con i membri della Seele, dove scopriamo la vera natura del Fifth e il motivo del suo arrivo alla Nerv. Misato, insospettita dal comportamento del giovane, va da Ritsuko e le chiede chi sia per lei il Fifth. La donna risponde freddamente "...probabilmente: l'ultimo messaggero sacrificale". Kaworu si trova davanti all'EVA 02, lo guarda e dice: "Avanti, andiamo. Seguimi, discendente di Adam, nonché servitore del Lilim". Mette un piede nel vuoto, ed inizia a volteggiare nell'aria. Il suo corpo assume un alone fluorescente e lo 02 parte insieme a lui, tenendolo in mano, come per proteggerlo. Alla Nerv scoprono così che Kaworu è Tabris, il diciassettesimo Angelo. Gendo pensa con stizza alla Seele che lo ha portato direttamente da loro e manda Shinji con l'EVA 01 contro il nemico. Il Third Children non vuole credere che il suo amico sia davvero un Angelo, ma quando lo vede manovrare a distanza l'EVA 02 e generare un AT Field non può avere più dubbi: Kaworu lo ha tradito, ha tradito il suo cuore, proprio come suo padre! Tabris scende sempre di più, dirigendosi verso il Central Dogma. All'improvviso, un secondo AT Field cerca di bloccarlo, ma non ci riesce: gli operatori della Nerv si chiedono che cosa possa essere stato a generarlo: un altro Angelo (Rei - n.d.R.)? Kaworu spalanca le porte del paradiso (la Heaven's Door) per giungere da Adam. Una volta di fronte all'essere crocifisso dice: "Adam, l'essere che ci ha generato. Coloro che provengono da Adam devono ritornare ad Adam? Anche distruggendo l'uomo? Ma questo non... Si è Lilith. Capisco. Dunque è così Lilim". Shinji lo raggiunge e lo tiene tra le mani dello 01. Kaworu sicuro della sua fine dice: "Ti ringrazio Shinji. Confidavo che tu fermassi lo Zero-Due. In altro modo probabilmente io avrei continuato a vivere con lei. Perché io dovrei vivere in eterno, tale sarebbe il mio destino, anche se ciò risulterebbe nella distruzione dell'uomo, però io posso anche morire a questo modo. Vita o morte hanno negli effetti lo stesso valore per quanto mi riguarda. La morte volontaria è anzi la mia unica libertà assoluta. [...] Le mie ultime volontà, avanti cancella il mio essere altrimenti sarete voi l'essere a scomparire. Una sola forma di vita può venire selezionata ed avere un futuro, scampando il tempo dell'estinzione e tu, tu non sei essere dato alla morte. Voi ne avete bisogno, necessitate di un futuro. Ti ringrazio. Incontrarti mi ha reso felice". Kaworu alzando lo sguardo sorride a Rei, che invece lo guarda con occhi glaciali. Shinji resta paralizzato con Kaworu in mano, pensando a cosa fare. Alla fine si ode un rumore meccanico e si vede la testa di Kaworu cadere nell'LCL. L'episodio si chiude con Shinji che parla a Misato. La donna lo rimprovera affermando che lui è nel giusto e che la morte di Kaworu non è colpa sua. Le ultime parole di Shinji sono: "Com'é fredda signorina Misato".
-->Episodio 25: Un mondo che finisce - Do you love me?
Una piccola premessa: questo episodio ed il successivo si distaccano in un certo qual modo dai precedenti, rappresentando il quadro psicologico dei personaggi principali della serie, in particolar modo di Shinji, rappresentando il suo cammino di crescita interiore fino alla sua maturità psicologica, che metterà in pratica nell'End of Evangelion. L'episodio inizia con Shinji che si chiede nel profondo del suo animo perché ha ucciso Kaworu. Egli ha dei forti rimorsi, nonostante Kaworu fosse un angelo, un nemico. Ma era veramente un nemico? Era giusto che egli morisse e che vivesse invece Shinji? E' giusto il rimprovero di Misato (quello dell'episodio precedente)? Shinji poi si chiede di che cosa abbia paura in realtà: ha paura di suo padre, perché lo ha abbandonato, quindi ha paura di essere odiato. Shinji si trova poi in un luogo strano, chiede aiuto, ma nessuno gli risponde. Vede lo 01, e poi Shinji viene afferrato da esso come Kaworu, e Shinji dice che quindi lui non può fuggire dall'Eva, deve pilotarlo e fare ciò che vogliono gli altri. Perché Shinji pilota l'Eva? Egli risponde che pilota l'Eva per aiutare gli altri, ma arriva Asuka che gli dice che in realtà lo fa per se stesso, perché così le altre persone lo desiderano e lui non rimane solo, e così si sente felice, ma la sua è una felicità fasulla. Interviene Rei a interrompere Asuka, e dice che lo stesso vale anche per lei: anche Asuka dipende dall'Eva. Ora che Asuka non sa più pilotare l'Eva nessuno la vuole e rimane anche lei sola. Viene ora analizzata Rei. Essa si interroga chi sia in realtà, ed un'altra Rei gli dice che lei è una persona fasulla, poiché è stata creata da Gendo. Rei afferma che esiste perché è in contatto con le altre persone e non è sola: tali sono i legami. L'altra Rei dice a Rei che anche lei ha paura di scomparire dall'animo delle persone, restare sola, ma la vera Rei risponde che in realtà vuole morire, ritornare al nulla, ma Gendo glielo impedisce. Quando morirà verrà abbandonata da Gendo, l'unica persona che crede non la dimentichi, non facendola restare sola: così ora ha paura della morte. Così, ha inizio il progetto per il perfezionamento dell'uomo. Ritorniamo a Shinji, che sente il suo corpo dissolversi, espandersi all'infinito, in una sensazione piacevole: tale è il progetto per il perfezionamento. Colmando i vuoti dell'animo, l'anima viene perfezionata, ed inizia il cammino verso il nulla. Interviene Gendo, che critica ciò, e dice che è invece il cammino del ritorno al principio del mondo, una sola anima, che garantirà agli uomini la pace eterna. Misato parla a Ritsuko, che le dice come negli animi di ognuno di noi ci sono delle zone vuote, da cui si generano tutti i patimenti dell'uomo. Noi tentiamo di fuggire da ciò ma è impossibile: unificando le anime delle persone in una sola, esse si complementeranno a vicenda rendendo impossibile la sofferenza. Misato disapprova ciò ma nel profondo del suo animo lo desidera. 1° caso, Misato: essa ritorna nel passato e desidera essere brava, perché non c'è più il papà, in modo da aiutare la mamma. Ma odia il papà che la lasciava sola, ed ora odia essere brava. Misato si rende conto che in realtà cercava in Kaji suo padre, e una volta capito, fuggì da lui. La vera se stessa di Misato, non è felice come può apparire agli altri. Anche Misato desidera non essere sola. 2° caso, Asuka: essa si illude di saper vivere da sola, ma anche lei ha bisogno degli altri, perché vivere da sola è doloroso. A differenza di sua madre, non vuole morire. Shinji chiede a Misato cos'è che ha visto sino ad ora su quel palcoscenico: essa risponde che è una parte del progetto per il perfezionamento. Questo potrebbe essere il risultato finale della realtà, quello che nel suo profondo vorrebbe Shinji: un mondo senza persone, perché esse lo feriscono. La realtà è il tuo mondo, che tu solo gestisci, non prestabilito, ma che il tuo animo può mutare. Shinji vorrebbe un mondo serrato piacevole solo per lui, isolato, perché è fuggito da quello che odiava, il mondo dove vive. Anche questa è una possibile fine del mondo...
-->Episodio 26: La bestia che gridò Amore nel cuore del mondo - Take care of yourself
Viene preso in esame il perfezionamento dell'animo di Shinji: 3° caso, Shinji: egli, anche se avrebbe paura di morire, non ritiene sia necessario un essere come il suo, perché si sente un ragazzo indesiderato. Sebbene ogni individuo sia un singolo, non riusciamo a vivere da soli, ed abbiamo bisogno delle altre persone: in questa nostra ricerca proviamo dolore. Congiungendo i nostri animi ed i nostri corpi non ci sarebbe più questo dolore. Perfezionandoci a vicenda diventeremo forti, mentre prima eravamo deboli, come debole è il nostro corpo ed il nostro animo. Possiamo noi vivere nel dolore, nell'incompiutezza, nella fragilità, o necessariamente dobbiamo evolverci in un unico essere? Perché viviamo? Forse lo scopriamo proprio vivendo; Per chi si vive? Forse viviamo per noi stessi. Ma siamo felici nel vivere? no, ci sono delle cose spiacevoli. Possiamo vivere fuggendo dalle cose spiacevoli? fuggendo si soffre, ma se fuggo dal dolore, io soffrirei sempre e comunque, e forse fuggendo si soffre ancora di più. In realtà per Shinji fuggire significherebbe essere abbandonato dalle persone, quindi non vuole fuggire. In realtà soffriamo tutti, ed è comodo pensare che siamo solo noi a soffrire, e gli altri ci feriscono e basta. Pensando di essere inutili, di poco valore, evitiamo di ferirci. Per Shinji pilotare l'Eva è l'unico modo di sentirsi valorizzato dagli altri, altrimenti penserebbe di essere un ragazzo inutile. Prima di pilotare l'Eva, Shinji sentiva di non avere niente, e odiava se stesso, e pensava che anche gli altri lo odiassero. Se Shinji pilota l'Eva, viene invece lodato, ma non raggiunge la felicità. Shinji è se stesso perché pilota l'Eva: di questo è convinto; lo 01 è ora una parte del suo animo, ma aggrappandosi del tutto all'Eva, esso diventerà il suo essere, il suo tutto. Ma quando verrà meno l'Eva, non sarà più in grado di fare nulla, come Asuka. Prima della felicità Shinji ambisce al suo valore, tanto che nessuno lo abbandoni. Se uno non ha alcun valore cos'è? Shinji, Asuka si chiedono ciò. Io mi posso presentare agli altri attraverso il mio aspetto fisico, una mia rappresentazione, il mio nome scritto: sono tutte immagini che danno agli altri coscienza di me. Anche l'ambiente in cui vivo (la mia casa, i miei vestiti) finisce per far parte di me. Shinji desidera la chiusura del suo animo perché non riesce a capirsi e gli altri non lo capiscono: ma solo te stesso può capirti. Quindi abbi cura di te stesso, a patto che tu lo trovi realmente: se tu non lo trovi, proverai ansia. Ma tu puoi cambiare il tuo mondo, che è in continuo mutamento per quanto riguarda gli altri al di fuori di te stesso. A questo punto Shinji si trova a fluttuare nel vuoto assoluto: tale è il mondo della libertà, senza alcun limite, dove non puoi afferrare nulla, anche se puoi fare ciò che vuoi, fino a quando tu pensando, imporrai delle non-libertà: ad esempio il sopra ed il sotto, che però ti tranquillizza, fornendoti un riferimento. Ma la posizione del mondo non è sempre la stessa, e muta nello scorrere del tempo, come la tua forma, dettata dal tuo animo e dal mondo che ti circonda, essendo il tuo mondo. La realtà è la percezione del tuo mondo. Se tu fossi l'unica cosa in un mondo vuoto, senza un altro essere distinto da te stesso, tu non puoi comprendere la tua stessa forma: è nel guardare la forma delle altre persone che si conosce la propria, senza altre persone, tu stesso sei invisibile a te stesso, sei il tutto e sei nulla, saresti comunque SOLO. Potrai decidere di cambiare te stesso in base alla contemplazione degli altri. Shinji di ce in conclusione: " Io sono io. Solo è altrettanto vero che le altre persone creano la forma del mio animo". Inizia qui la rappresentazione di un mondo alternativo, in cui i nostri amici conducono una vita normale. Asuka viene a svegliare Shinji per andare a scuola, mentre Yui dice a Gendo di far presto e di non leggere il giornale, altrimenti faranno tardi a lavoro. Shinji e Asuka corrono a tutta velocità verso la scuola, mentre parlano del nuovo alunno che verrà nella loro classe. Qui Shinji sbatte violentemente con un'altra ragazza, Rei, che anch'essa si avviava correndo a scuola. Rei si copre la gonna temendo che Shinji la potesse spiare, poi chiede scusa e corre via: anch'essa è in ritardo. Toji e Kensuke parlano con Shinji di quell'incontro, e Toji invidia Shinji perché ha visto le mutandine a quella ragazza. Qui interviene la capoclasse Hikari e redarguisce Toji, mentre Shinji ed Asuka bisticciano. Nel parcheggio della scuola parcheggia con una manovra spericolata la professoressa Misato, che al suo arrivo viene idolatrata dai suoi alunni. Misato presenta il nuovo compagno di classe che è Rei, che riconosce subito Shinji, facendo scattare un putiferio in classe, dopo che Asuka prende le difese di Shinji per l'episodio della mattina, sotto lo sguardo divertito di Misato. Chiusa questa rappresentazione, Shinji dice che anche questa è una possibile realtà racchiusa in lui, perché il suo Io attuale non è il suo Io assoluto, "possono esistere molti me stessi. Ma certo, può esistere anche un me stesso che non è un pilota di Eva". Misato dice che pensando così il mondo della realtà non è male, ma Shinji odia se stesso, perché è il suo animo a recepire la realtà come brutta e spiacevole, dipende dai punti di vista. L'animo cambia la realtà in verità, per questo esistono tante verità quante sono le persone, ma la tua verità è soltanto una, una nozione alterata della verità per proteggere il proprio animo; le persone non possono che osservare le cose attraverso le proprie verità. La verità degli umani è tanto fragile e mutevole che si desidera una verità più profonda. Shinji non è abituato a piacere alle altre persone, ma non è necessario preoccuparsi tanto degli sguardi degli altri. Shinji si è solo autoconvinto che tutti lo odiano, perché odia se stesso, come Asuka. Però, Shinji dice: "Forse potrei riuscire a piacermi, forse potrei riuscire ad esistere, ma certo! Io non sono altro che Io, Io sono Io, voglio essere Io, Io voglio stare qui, per me è possibile esistere". Qui il palcoscenico si rompe, e tutti i personaggi di Neon Genesis Evangelion applaudono Shinji, e gli dicono "Congratulazioni!!!" perché ha ritrovato la voglia di vivere. "Vi ringrazio -a mio padre grazie, a mia madre addio-, e poi a tutti i ragazzi [CHILDREN]... Congratulazioni". Queste conclusioni a cui arriva Shinji, saranno da lui messe in pratica, come ho già detto prima, nell'End of Evangelion (dove verranno presentate in un altro modo, ben diverso), quando deciderà di dire no all'unione con Rei, facendo fallire l'unione dell'umanità in una sola entità.


Immagine

1 commento:

Major ha detto...

Ma lo stesso Eva e lo stesso progetto del perfezionamento sono creazioni del mondo di Shinji.

Ergo... ;)