lunedì 21 luglio 2008

Elfen Lied





[size=14]STORIA[/size]

[color=red]Lucy, ragazza appartenete alla razza mutante dei Diclonius, riesce a fuggire dal centro di ricerche nel quale era rinchiusa. Kurama, supervisore del centro, ordina al tiratore scelto di uccidere Lucy con un colpo alla nuca. Il colpo non colpisce in pieno il bersaglio e Lucy cade in mare. Il giorno successivo dalla sua fuga viene ritrovata in una spiaggia da Kouta e Yuca, incapace di parlare e incapace nuocere. Kouta e Yuca decidono di accogliere la ragazza a casa loro ignari sul chi sia veramnte. Col trascorrere del tempo Nyu rivela sempre più il suo lato aggressivo, riacquistando via via la memoria e ricordando la sua infanzia e soprattutto il rapporto con Kouta. Il centro manda, nel tentativo di recuparare la fuggitiva Bandou, soldato dal carattere a dir poco scontroso, che viene sconfitto e gravemente ferito da Lucy. Kurama, visto il fallimento di Bandou, decide di mandare Nana, un'altra ragazza Silpelit rinchiusa nel centro, a cercare e uccidere Lucy/Nyu. Anche Nana fallisce e viene mutilata in combattimento con Lucy. Nana viene recuperata da Kurama che, disobbedento agli ordini dei superiori, cura Nana e la fa scappare. Nana incontra Mayu e tra le due nasce una grade amicizia. Nana va a vivere sotto lo stesso tetto di Lucy/Nyu accettando, con non poche difficoltà, la presenza di Nyu. Con i fallimenti di Bandou e Nana, il centro manda Mariko, bimba Diclonius e figlia di Kurama. Mariko si scontra con Nana, corsa per salvare Nyu, sconfiggendola. Nel frattempo Lucy e Kouta riacquistano pienamente la memoria: Kouta ricorda come realmente morì la sorellina Kanae e Lucy ricorda la profonda amicizia che la legava a Kouta. Mariko sta per sconfiggere Lucy nel combattimento finale ma ad interrompere il combattimento tra i due spunta Kurama che salva la vita a Lucy e Nana, sacrificando la sua. Infatti in caso di esito negativo della missione erano quelli di far detonare gli esplosivi impiantati in Mariko. Nana torna a vivere con Kouta e Yuca, Lucy decide di andare via; per la strada incontra un gruppo di soldati armati incaricati di trovarla e ucciderla, e lei si lascia fucilare tra le lacrime senza opporre resistenza.[/color]

Appena finito di vederlo,l'anime comincia bene,non finisce come mi aspettassi anche se è il finale più giusto.Io sinceramente avrei preferito qualche scena di lotta in più anche se tutto sommato risulta essere buon anime molto splatter in alcuni episodi e triste in altri

Heroic Age




[size=14]
Storia[/size]
[color=red]Molto lontano, in un tempo remoto esisteva un gruppo di persone che si facevano chiamare Tribù Dorata. Questa tribù aveva un dono eccezionale, ovvero quello della preveggenza. Un giorno chiamarono a raccolta alcune tribù primitive provenienti da alcuni pianeti della galassia. In quel momento tre popoli risposero all'appello: la Tribù d'Argento, la Tribù di Bronzo e la Tribù degli Eroi. In seguito, quando la Tribù Dorata decise di abbandonare quell'universo, inaspettatamente, un altro popolo si unì all'appello. Questo popolo erano gli esseri umani, che la Tribù Dorata chiamò Tribù del Ferro. Dopo poco tempo, il popolo umano si mise in viaggio alla ricerca del loro salvatore, guidati dalla Principessa Dianeira. Vagando per i pianeti della galassia, la Principessa percepì un flusso di energia pura, quel flusso apparteneva al Nodoss. Dianeira così riferisce al Capitano dell'Argonaut tramite un robottino elettronico di nome B-Navi che hanno trovato un flusso di energia proveniente da un punto dello spazio che potrebbe appartenere al Nodoss. Il Capitano e la squadra di Iolaus si dirigono nella stanza della Principessa dove B-Navi proietta l'immagine del pianeta Oron in cui si troverebbe il salvatore. Appena la squadra di Iolaus e quella di Dianeira raggiungono il pianeta, trovando dopo poco tempo il ragazzo, dallo spazio arrivano dei formicai della Tribù di Bronzo comandati dalla Tribù d'Argento che cercano di attaccare la squadra scesa sul pianeta e l'Argonaut. La minaccia verrà fermata da Age, il ragazzo che dovrebbe salvare l'umanità, trasformatosi nel Nodoss Bellcross che distruggerà i formicai. Finita la carneficina Age decide di salire a bordo dell'Argonaut abbandonando il suo pianeta Oron e il suo amico polipo Fuut. Inizia così un viaggio alla lotta contro le Tribù nemiche e alla salvezza dell'umanità intera.[/color]

Ho appena fnito di guardare questo anime e devo dire che sin dai primi episodi prende molto portandoci a seguire tutta la storia,belli i design(ovvero i mecha) e anche le colonne sonore,in altre parole da vedere ;)

Black Lagoon





Black Lagoon (ブラックラグーン, Burakku Raguun?) è un manga, adattato poi in due serie anime, creato da Rei Hiroe. Presentato al Tokyo International Anime Fair nel marzo del 2006, le sue trasmissioni sono iniziate l'8 aprile 2006 in Giappone, con l'episodio finale della prima serie trasmesso il 24 giugno di quell'anno. The Second Barrage, la serie successiva, è stata invece trasmessa a partire dall'ottobre 2006.
Trama

La trama di Black Lagoon segue le avventure di un team di mercenari, conosciuti come Lagoon Company, che per denaro non esita a sporcarsi le mani: specializzati nella consegna delle più disparate merci (compresi esseri umani) si trovano sempre a dover combattere con altri malviventi tra cui gang locali ed ex militari allo sbando. La loro base operativa è localizzata nella città di Roanapura in Thailandia, e effettuano i colpi con la loro barca Black Lagoon.

La Lagoon Company fa affari con vari clienti, ma ha un rapporto d'affari particolare con Hotel Moscow, della mafia russa. Il team viene coinvolto in varie missioni nelle quali, puntualmente, si svolgono violenti scontri a fuoco, combattimenti all'arma bianca e diverse battaglie navali. I membri della Lagoon Company amano ristorarsi alla Bandiera Gialla (The Yellow Flag), un bar a Roanapura.

Gli avvenimenti narrati nella serie seguono inoltre il reclutamento nella squadra di Rock, un impiegato che viene usato inconsapevolmente dalla propria compagnia per loschi affari. Quando viene catturato come ostaggio sviluppa una forte empatia con i propri rapitori e sceglie di tagliare i ponti con la propria vita grigia e unirsi al gruppo di mercenari. Mentre gli altri membri bene o male apprezzano le sue qualità intellettive, il rapporto con Revy (l'unica donna della Lagoon Company) appare da subito burrascoso e rischia più di una volta di sfociare in una colluttazione mortale.